Iscriviti alla newsletter, riceverai 2 eBook
1. Miracle Noodle per il tuo benessere
2. 5 cibi che UCCIDONO il grasso Rispettiamo la tua Privacy

SPEDIZIONE GRATUITA SU TUTTI GLI ORDINI! CONSEGNA IN 24/48 ORE
RSS

Blog

Udinese Calcio ha scelto Miracle Noodle per aiutare i propri calciatori a rimanere in forma!

Miracle Noodle, azienda leader a livello modiale nella produzione di pasta shirataki, ha stretto un'importante collaborazione con Udinese Calcio.

La scelta di utilizzare i prodotti Miracle Noodle è stata effettuata direttamente dal Dott. Fabio Tenore, medico sociale.

L' obbiettivo di questa collaborazione è fornire ai calciatori della prima squadra un'alternativa alle calorie date dalla pasta tradizionale, soprattutto durante la cena; questo permetterà ai giocatori di ridurre drasticamente le calorie e carboidrati senza rinunciare al piacere di un gustoso primo piatto.

Questa partnership conferma sia l'attenzione della società Udinese per l'alimentazione dei propri atleti, che la qualità dei prodotti Miracle Noodle riconosciuta da una delle più importanti squadre della serie A!

Camminare: l'alleato della Linea e della Salute

Camminare è l`esempio più semplice di attività fisica. E` talmente semplice che potrebbe sembrare banale.

Niente di più sbagliato! Per questo motivo, ecco a voi solo alcuni dei molteplici benefici che il camminare dà alla nostra salute ed alla nostra forma fisica.

Iniziamo dal perchè Camminare ci aiuta a mantenere una perfetta forma fisica e, se ancora non l`abbiamo ottenuta, come può aiutarci a raggiungerla. Spesso le persone sono spinte a pensare che, per dimagrire, una bella corsa sia più efficace di una lunga camminata. Sicuramente il dispendio energetico è maggiore nella corsa (ovvero: correndo si bruciano più calorie), ma camminando ad un ritmo non troppo serrato, di circa 4 km/h, il 40 percento delle calorie bruciate deriva dai grassi in deposito nel nostro organismo. Aumentando il ritmo, questa percentuale scende man mano, mentre aumenta la percentuale di calorie bruciate derivanti dai carboidrati ingeriti.

In sintesi: se volete smaltire il pranzo a base di pizza, è consigliabile una bella corsa, ma se desiderate rimettervi in forma e perdere grassi accumulati fastidiosamente su pancia, fianchi, cosce e glutei, allora programmate durante la vostra giornata lunghe passeggiate. E` appena iniziata la primavera: approfittate delle belle giornate e del clima per godervi delle sane camminate, meglio se in compagnia!

Naturalmente, per ottenere davvero il risultato che desiderate, è sicuramente consigliabile associare ad un programma di camminata quotidiano anche un regime alimentare adatto: è giusto smaltire con il moto i grassi accumulati, ma è altrettanto utile mangiare bene per evitare di formare altri depositi adiposi nello stesso momento in cui state rimuovendo quelli vecchi!

Un buon consiglio in questo senso è quello di sostituire, per esempio, la tradizionale pastasciutta quotidiana con un goloso piatto di Pasta o Riso shirataki Miracle Noodle: con pochissime calorie, un ottimo contenuto di fibre e neanche un grammo di grassi o carboidrati, sono alleati perfetti per il raggiungimento ed il mantenimento del peso forma. Approfittate delle verdure di stagione per preparare un piatto sano, gustoso e con pochissime calorie!

Elenchiamo ora i benefici che Camminare apporta alla nostra salute. Ricordate sempre: un corpo in forma è anche un corpo sano!

Sono stati condotti moltissimi studi sui benefici del movimento sulla salute: ne sono emersi benefici inimmaginabili. Ecco di seguito gli esempi più eclatanti (ma ce ne sono molti altri: nel dubbio, camminate!).

Camminare per 30 minuti al giorno, 5 giorni a settimana, dimezza le probabilità di contrarre diabete di tipo II e problemi cardiocircolatori. Riduce inoltre sensibilmente i livelli di pressione sanguigna, di stress e di colesterolo.Studi condotti sullo sviluppo di tumori nelle donne, hanno mostrato che 3-5 ore di camminata a settimana possono ridurre le probabilità di contrarre tumore al seno del 50 percento e quelle di contrarre il tumore al colon del 30 percento.

E` stato inoltre dimostrato che camminare previene le malattie croniche senili e favorisce il mantenimento di un`ottima mobilità articolare, migliorando i sintomi dovuti all`artrite.

Ma non finisce qui! Ci sono davvero moltissimi benefici legati al camminare: potete trovare studi scientifici e rigorosi che non fanno che confermare questi dati.

Quindi: mangiate sano, fate movimento e, naturalmente, buona passeggiata a tutti!

 

Alimentazione Senza Glutine: perchè è importante bilanciare la dieta

Durante il Gluten Free Expo di quest’anno, tenutosi presso la Fiera di Brescia dal 15 al 18 novembre, il team di Miracle Noodle Italia ha avuto l’opportunità di presentare i suoi prodotti a base di farina di Konjac nel contesto dell’alimentazione senza glutine. L’entusiasmo che questi prodotti hanno suscitato anche nel variegato panorama del gluten-free è dovuto al fatto che Miracle Noodle risponde perfettamente alla necessità di riequilibrare la dieta, sentita da moltissime persone che ricorrono ad alimenti senza glutine.

Per comprendere questa necessità, è necessario spiegare brevemente in che cosa consiste lo squilibrio essenziale dei prodotti senza glutine. Il glutine è una miscela di proteine caratteristica di molti cereali: trattandosi di una componente proteica, contiene molti amminoacidi importanti per il nostro benessere. Negli ultimi decenni, tuttavia, c’è stato un forte incremento nel numero di persone che non possono assumere alimenti contenenti glutine a causa di reazioni autoimmunitarie dell’organismo, scatenate dall’ingestione di questa componente proteica, e traducibili principalmente nello sviluppo di disturbi come la celiachia o il morbo di Crohn. Privando i cereali della componente proteica, o consumando varietà che sono naturalmente prive di glutine (come riso e mais), si apporta un enorme quantitativo di amidi (per lo più raffinati) nella dieta.

Il consumo di grandi quantità di amido è il cuore del problema legato all’alimentazione senza glutine: l’amido viene digerito molto in fretta, e convertito in zucchero. Lo zucchero viene trasportato nel flusso sanguigno e provoca dannosi picchi glicemici che, a lungo andare, favoriscono, ad esempio, lo sviluppo del diabete di tipo II e l’insorgere di problemi di obesità. L’unico modo per rallentare la velocità di digestione degli amidi è ridurne ovviamente il consumo, ma anche integrare l’alimentazione con le fibre, che sono in grado di normalizzare il processo digestivo e di tamponare i picchi glicemici dovuti agli zuccheri.

I prodotti shirataki Miracle Noodle sono a base di farina di Konjac. Questa farina si ricava dal rizoma della pianta di Konjac, che è già naturalmente priva di glutine, ma anche povera di amidi e ricca di una delle più note e preziose fibre alimentari: il Glucomannano. Quando la farina di Konjac viene reidratata e trafilata nei diversi formati proposti (Spaghetti, Riso e Fettuccine), otteniamo un prodotto con il 97% di acqua e il 3% di Glucomannano. Questo si traduce in 5 kcal per 100g di prodotto e soprattutto nell’assenza totale di amidi. Sostituire un pasto al giorno con i prodotti shiarataki Miracle Noodle significa ridurre drasticamente l’apporto di zuccheri caratteristico delle diete senza glutine, attenuando in modo significativo le problematiche derivanti dal consumo di grandi quantità di amidi. L’apporto di fibre alimentari, inoltre, aiuta a regolarizzare i processi digestivi ed a limitare l’assorbimento di grassi a livello intestinale. Questo significa avere la possibilità di ottimizzare la propria dieta, bilanciandola in modo appropriato con gusto e salute. Ricordiamo infatti che i prodotti Miracle Noodle hanno la capacità di assorbire al meglio qualunque tipo di condimento, mantenendo una consistenza ideale che piace sia agli adulti sia ai bambini!

 

Iniziare il pasto con le verdure fa bene alla salute e alla linea

Il consumo di verdura è senz’altro uno dei modi migliori per mantenerci in forma e in salute.

La lista dei benefici che si hanno consumando abbondanti porzioni di verdure ogni giorno è pressoché infinita, soprattutto quando si tratta di verdure biologiche, di stagione, e preferibilmente crude o solo leggermente cotte, in modo da mantenerne inalterate le proprietà nutritive.

Inserire nella nostra dieta verdure di colori diversi, inoltre, non solo permette di assumere tutta la gamma di fitonutrienti e gli antiossidanti essenziali per il nostro benessere, ma rende anche i piatti più invitanti e gustosi. I colori delle verdure, come è ormai risaputo, corrispondono infatti a sostanze che sono essenziali per il nostro benessere, per il buon funzionamento del metabolismo e per il mantenimento delle nostre cellule in buona salute.

L’abitudine di consumare una porzione di verdure crude prima dell’inizio del pasto vero e proprio, ad esempio, aumenta notevolmente i benefici derivanti dal consumo di verdure.

Questo semplice gesto, che può sembrare quasi banale in apparenza, può letteralmente rivoluzionare il vostro stile di vita e darvi incredibili benefici e vantaggi sia dal punto di vista della salute che dal punto di vista della linea e della forma fisica.

Consideriamo innanzitutto il fatto che la prima cosa che mangiamo durante un pasto è quella che ha il compito di spegnere gran parte degli stimoli della fame e dell’appetito. Ed è anche la cosa di cui ci abbuffiamo di più, proprio perchè, quando iniziamo ad ingerirla, abbiamo letteralmente una fame da lupi.

Pensate alla differenza che c’è tra una prima portata a base di verdure oppure a base di lasagne. Il dislivello di calorie ingerite nei due casi è da far girare la testa. Fatto sta che, in ogni caso, trascorso qualche minuto dall’inizio del pasto, il cervello comincia ad inviare segnali di sazietà, e tutto quello che si consuma dopo viene ingerito in quantità considerevolmente minori. Si inizia, insomma, ad essere sazi e soddisfatti.

Perciò, invece di mangiare un piattone di pasta al ragù seguito da due foglie di insalata, provate a mangiare una buona porzione di verdurine miste per cominciare, e solo dopo buttatevi sulle lasagne: la porzione che vi servirete sarà drasticamente più piccola, ma sarete ugualmente sazi.

Iniziare un pasto con le verdure, quindi, vuol dire in poche parole mangiarne di più, e quindi beneficiare maggiormente di tutte le loro proprietà salutari: l’elevato contenuto di fibre (che aiuta anche il buon funzionamento di stomaco ed intestino e, quindi, della digestione), la presenza di vitamine e minerali essenziali, l’apporto di fitonutrienti e di liquidi. L’ideale, a questo scopo, è consumare una porzione composta almeno da tre o quattro verdure diverse che possano arricchire il più possibile il vostro pasto con nutrienti preziosi.

La vostra insalata può infatti essere con pomodori, cetrioli e ravanelli, oppure con cavolo rosso, zucchine e carote tagliate a julienne, o ancora con germogli di soia, spinaci novelli e cipolle di Tropea.

Potete preparare ogni giorno una portata diversa seguendo i vostri gusti e la stagionalità delle verdure, e godervi i benefici delle verdure per la vostra salute e per la vostra linea!

Il vero sale della vita? Le spezie: il segreto per mangiare in modo sano e saporito

Mangiare troppo salato fa male. Ormai è un dato di fatto: ingeriamo ogni giorno circa 8 volte più sale di quanto sia tollerabile dal nostro organismo (per intenderci, invece di limitarci ad un grammo e mezzo, raggiungiamo tranquillamente i dieci-dodici grammi!). Questo purtroppo non avviene solo a causa delle aggiunte di sale che facciamo quando cuciniamo (e che possiamo quindi controllare e limitare): il maggior quantitativo di sale viene assunto perchè già presente in diversi alimenti come snack, insaccati, cibi preconfezionati già pronti o in scatola.

E il sale, in quantità così elevate, è causa di moltissimi problemi inerenti la nostra salute e il nostro benessere. Il mal funzionamento del cuore e l’ipertensione sono tra le più pericolose conseguenze legate ad un consumo eccessivo di sale, a cui vanno aggiunte disfunzioni a diversi livelli che colpiscono in generale tutti i nostri organi.

Anche a livello cellulare, il sale crea enormi problemi: se ingeriamo troppo sale, le nostre cellule sono costrette ad accumularlo al loro interno, ma allo stesso momento hanno la necessità di “diluirlo” per equilibrarsi con il resto dell’organismo. Così iniziano ad immagazzinare enormi quantitativi di acqua, a gonfiarsi e a produrre quel fastidioso fenomeno noto come “ritenzione idrica”.

Basterebbe ridurre il consumo di sale per avvertire immediati benefici per tutto il nostro organismo, e per notare una percettibile riduzione di gonfiore e mancanza di tono dovuti, appunto, all’accumulo anomalo di acqua nel nostro organismo.

Se da una parte possiamo immediatamente ridurre il consumo di alimenti che “nascondono” eccessivi quantitativi di sale (ad esempio, quelli che abbiamo citato sopra), dall’altra possiamo anche evitare di impiegare il sale aggiungendolo noi stessi ai nostri piatti. È anche vero però che il mangiare bene e sano non significa mangiare cibi senza sapore!

Nostre alleate nella battaglia contro la dieta ipersodica, infatti, sono le saporite e colorate spezie! Oltre a dare sapori straordinari ai nostri cibi, contengono anche preziose vitamine e principi attivi che fanno bene al nostro organismo, senza apportare sale in eccesso nella nostra dieta. Solo per citarne alcune: il peperoncino, che contiene preziosi antiossidanti ed è antibatterico, la curcuma e il curry, che fanno benissimo al sistema nervoso, la cannella, che riduce l’assorbimento degli zuccheri contenuti negli alimenti, e lo zenzero, che ha moltissime proprietà benefiche, tonificanti e digestive.

Sulle verdure, sulla carne e nelle zuppe, invece del solito pizzico di sale, mettete ad esempio un pizzico di gomasio, un condimento giapponese con semi di sesamo e un basso contenuto di sale, spesso arricchito con alghe che lo rendono ancora più sano e saporito. Trovare l’alternativa al sale è più semplice di quanto sembri: cercate nuovi sapori che rispecchino i vostri gusti, provate, sperimentate, e godetevi finalmente i vostri piatti e il vostro benessere!

Qualche parola sul Daikon, il bruciagrassi che arriva dal Giappone!

Oggi parliamo di un altro prezioso alleato della nostra salute che, ancora una volta, arriva dal Giappone: il Daikon.

In Italia sta raggiungendo a grandi passi una discreta notorietà grazie alla sua fama di eccellente bruciagrassi e di toccasana, in particolare per fegato ed intestino.

Ha la forma di una grossa carota bianca (pensate che raggiunge la lunghezza di 30-35 cm!) ma è imparentato con il ravanello, anche se la sua polpa è decisamente più piccante e saporita.

Vediamo un po’ alcune delle sue strabilianti qualità: innanzitutto ha una forte azione depurativa a favore del fegato, in quanto lo aiuta ad eliminare tutte le sostanze nocive che vi si accumulano a causa di errata alimentazione o assunzione di medicinali. Grazie alla presenza di particolari enzimi, le mirosinasi, è un efficace digestivo. Possiede inoltre ottime capacità drenanti e diuretiche, ma soprattutto è un ottimo alleato nella lotta ai grassi in eccesso: pensate che i Giapponesi lo mangiano grattuggiato alla fine di un pasto particolarmente grasso, come ad esempio un buon fritto tempura, per facilitarne la digestione. Il Daikon riesce infatti ad evitare l’eccessivo assorbimento di grassi a livello intestinale, ma anche a mobilitare accumuli di grasso corporeo, permettendo di facilitarne l’eliminazione.

Anche a livello nutrizionale, il daikon non si lascia mancare nulla: contiene quantitativi davvero interessanti di vitamina C e acido folico, nonché potassio, calcio, magnesio, fosforo, e un elevato contenuto di preziose fibre alimentari.

Ma non è finita: tutti questi benefici a sole 22 kcal su 100 grammi di radice!

Ancora una volta, rivolgersi alla cultura culinaria Giapponese ci permette di scoprire nuovi incredibili alimenti alleati della nostra salute e del nostro benessere!

Tuttavia, dato che il daikon non è certo un alimento tipico della tradizione Occidentale, probabilmente vi starete chiedendo come gustarlo al meglio e con quali ingredienti abbinarlo. Fortunatamente, ci sono infinite possibilità!

Innanzitutto, per godere al massimo delle sue qualità come antagonista dei grassi e come digestivo, consumatene un cucchiaio grattuggiato a fine pasto, senza aggiungere altro.

Se invece volete anche apprezzarne il sapore e sfruttare al meglio le sue proprietà depurative e drenanti, preparatelo a julienne, a fettine sottili o grattuggiato ed aggiungetelo alla vostra insalata preferita: con carote, germogli e cetrioli dà il massimo del sapore, ma va benissimo anche per arricchire una semplice lattuga.

Infine, per avvalervi delle doti del daikon anche nella stagione fredda, potete impiegarlo in gustose zuppe, frullato con brodo vegetale, erbe e verdure, oppure potete stufarlo, saltarlo in padella a fettine con del rosmarino o, infine, passarlo in forno con carote, patate, e le vostre spezie preferite.